Il blackjack è un gioco conosciuto

da tutti e che racchiude al suo interno tutta l’essenza pura del gioco d’azzardo. Da alcuni giocatori è considerato come un gioco di abilità, nel quale il giocatore può influire sul risultato delle partite, mentre dalla maggior parte degli utenti è considerato (a ragione) un gioco legato in modo totale alla fortuna, soprattutto nelle sue versioni online, visto che non è possibile contare le carte dato che i mazzi vengono mescolati ogni singola mano.

Con il passare del tempo il gioco si è evoluto dalla sua base storica e diversificato in vari sotto giochi, tutti molto simili l’uno all’altro. Solitamente la grande differenza è data dal numero di mazzi che si usano per giocare. Questo fa ovviamente la differenza rispetto alle percentuali di uscita dei punti e imparare a giocare ad una variante di blackjack non implica che si comprendano tutti i segreti di ogni variante. Il blackjack, in ogni caso come detto, è un gioco di puro azzardo, nel senso che è basato solo sulla fortuna, quindi anche conoscere strategie e presunti trucchi non può aiutare più di tanto. Ovviamente non è possibile giocare senza conoscere le regole, ma in ogni caso si potrebbe vincere anche senza saperle, visto che il croupier vi assegnerebbe le vittorie in ogni caso.

Il blackjack sta vivendo una nuova età d’oro con l’avvento del gioco online, sempre più appassionati scoprono l’emozione di un gioco che in Italia può essere accomunato al classico “7 e 1/2.” Il gioco si svolge in modo molto semplice. Prima di tutto dovrete sapere che si gioca contro il banco e non contro altri giocatori e che il vostro obbiettivo sarà quello di totalizzare un punteggio migliore di quello del dealer con un massimo di 21. Se si supera questo numero si perde in modo automatico, si dice in gergo che si “sballa. In questo caso si perderà in modo automatico la puntata effettuata. Il valore delle carte è quindi molto importante da tenere sempre sotto controllo. Tutte le carte hanno il loro valore numerale, tranne le Figure che valgono 10 e l’asso che può assumere valore di 1 o 11 a seconda delle carte con le quali si accompagna.

Il gioco si sviluppa in questo modo. Il croupier distribuisce due carte ai giocatori ed a se stesso, ma non prima che i giocatori abbiano fatto le loro puntate. Una volta fatto questo la parola passerà al giocatore che controllando il suo punteggio potrà decidere se chiedere ulteriori carte o invece fermarsi perché si sente sicuro del suo punteggio o ha paura di sballare. Una volta che il giocatore abbia confermato il suo punteggio, il gioco passa al croupier che dovrà seguire le regole del tavolo al quale si sta giocando per definire il suo punteggio. Infatti a seconda dei tavoli il croupier dovrà “stare” o “chiedere carta” seguendo differenti regole basate sul punteggio. Se il banco “sballa” il giocatore vincerà la sua puntata. Il gioco paga 2:1 tranne nel caso del blackjack (Asso con Figura e punteggio massimo) che paga 3:2.